Mercoledì, 11 Aprile 2018 08:38

I segreti della "Professione Animatore" In evidenza

Scritto da Salvatore di Matteo
Vota questo articolo
(1 Vota)

Sempre affascinante spiegare questa figura ai ragazzi che si apprestano a frequentare il primo corso per animatore turistico. Una figura delicata che nasce e si sviluppa in una fase evolutiva dei ragazzi molto particolare. Si fa fatica ad accettare infatti, l'idea che fare l'animatore significhi lavorare, sacrificarsi nei week end, ad agosto e più in  generale, nei periodi dove i loro coetanei si godono candidamente le meritate vacanze estive. Per questi eroi del “sabato sera” invece c'è qualcosa in più che li aspetta: una vera e propria avventura costellata da nuove amicizie, conoscenze, luoghi e, perchè no, nuovi amori. Un'avventura che li porterà in una nuova dimensione dove sperimenteranno in più di una occasione emozioni mai vissute. Alcuni pensano che l'animazione sia solo svago e divertimento, altri che sia un sacrificio incredibile visto che si dorme poco, si mangia in fretta e che, in fin dei conti, è molto stressante. Come qualsiasi lavoro non può essere sottovalutato e, soprattutto, fatto bene diventa una incredibile opportunità di crescita nella vita. Una crescita che porterà i suoi benefici. Una cosa è certa: l'esperienza del lavoro come animatore estivo cambia per sempre il punto di vista sulle persone e più in generale sulla vita. Ci sono esempi di personaggi famosi che ringraziano di aver avuto l'opportunità di fare l'animatore in estate, semplicemente perchè questa esperienza li ha condotti verso il mondo dello spettacolo. Tra questi citiamo Teo Mammuccari, Fiorello, Paolo Bonolis. Ecco alcuni SEGRETI allora per affrontare al meglio questa esperienza. La prima qualità di un animatore è il SORRISO; mai musi lunghi o risposte acide. Divieto assoluto di portarsi al lavoro problemi personali. Con il tempo questo esercizio aiuta addirittura ad affrontare la vita con il giusto atteggiamento ed essere, per l'appunto, sempre sorridente. Poi c'è l'aspetto SOCIAL dell'animatore. Già forte prima che nascessero i "Social NETWORK". L'animatore infatti è un social network viaggiante, uno che ha tanti amici, ottime relazioni, conosce i problemi di tutti, ha sempre un sorriso o incoraggiamento per chi gli è vicino, per gli amici dello staff. Un altro aspetto importante deve essere la capacità di saper lavorare in gruppo, il lavoro d' EQUIPE. Riconoscere le attitudini, proprie e degli altri, saperle valorizzare, diventa fondamentale. Elogiare i compagni dello staff è anche una buona prova di maturità raggiunta. La parola chiave diventa dunque: POSITIVITA'. Per essere un animatore perfetto bisogna inoltre avere molta cura del proprio aspetto. Se voi foste gli ospiti o i clienti dell'Agenzia, vi aspettereste dall'animatore una figura sempre in ordine e capace di trasmettere quella sensazione legata alla freschezza e al bello in generale. Curare il proprio ASPETTO dunque diventa fondamentale per trasmettere il massimo della positività. Buona estate a tutti.

 

Letto 742 volte Ultima modifica il Martedì, 30 Ottobre 2018 17:43

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.